Waste Mob
#pulitour
La maratona urbana #FreeLittering aperta a tutti!
domenica 27 maggio 2018
 
giorni
 
ore
 
minuti
 
secondi
Scopri di più Partecipa

Waste Mob 2018 #Pulitour

Domenica 27 Maggio

Una maratona #FreeLittering in cui squadre di raccolta rifiuti gareggeranno lungo le rive del Po a partire da Piazza Vittorio Veneto.
Il Waste Mob è un evento di sensibilizzazione sul littering dei rifiuti nato nel 2017 in collaborazione tra Università, Politecnico e CUS di Torino.
L'edizione di quest'anno è promossa dalla Città di Torino e la partecipazione è aperta a tutta la cittadinanza.
I partecipanti potranno iscriversi sia a squadre che singolarmente.

Possono partecipare alla manifestazione tutte e tutti i/le cittadini/e che alla data del 27 maggio 2018 abbiano compiuto 18 anni e i minori accompagnati da un genitore.

Regolamento Iscrizione singolo Iscrizione squadra Programma

Ore 14:00

Ritrovo dei partecipanti in Piazza Vittorio Veneto nell'esedra tra Lungo Po Armando Diaz e via Alfonso Bonafus con consegna maglietta e sacchi per la raccolta.

Ore 14:30

Partenza delle squadre.

Ore 17:00

Arrivo in Piazza Vittorio Veneto.

Ore 17:30

Saluti istituzionali e conclusione dell'evento.

Gli organizzatori

L'evento promosso e coordinato dalla Città di Torino vede come co-organizzatori Amiat, Università, Politecnico e CUS di Torino.
Le cinque realtà, come attori del territorio, uniscono le forze nell'organizzazione di un evento di sensibilizzazione
con ricadute concrete sul tessuto urbano.

img02

Città di Torino

View more
img02

Amiat gruppo Iren

View more
img02

CUS Torino

View more
img02

UniToGO

View more
img02

Sustainable Path

View more

Il percorso

L’iniziativa, seguendo il solco tracciato nella prima edizione, vuole richiamare all'attenzione rispetto al lungo Po una delle aree verdi di maggiore rilievo, naturalistico e paesaggistico, per l’area torinese. La passeggiata partirà alle ore 14:30 da Piazza Vittorio per poi svilupparsi, su quattro percorsi lungo le rive del Po: tra Ponte Isabella e Ponte Umberto I.
Ai partecipanti verranno fornite le mappe con il percorso di competenza.
Il ritrovo per il termine dell'evento sarà sempre in Piazza Vittorio alle ore 17:00 dove si differenzieranno e quantificheranno i rifiuti raccolti.



Ulteriori informazioni sul percorso

La domenica ecologica

Il Waste Mob rientra delle domeniche ecologiche che cadono l'ultima domenica del mese. Le “domeniche ecologiche”, organizzate dal Comune di Torino, promuovono la cittadinanza attiva e intendono far crescere la coscienza ambientale.
Il centro storico di Torino sarà dunque chiuso al traffico veicolare
dalle ore 10.00 alle ore 18.00 entro i confini della Ztl centrale e diventerà, per questa ultima domenica di aprile,
uno spazio aperto e vivibile.
L’area sottoposta al blocco e le abituali esenzioni per particolari categorie di cittadini e di veicoli sono indicate dall’ordinanza disponibile sul sito del comune e pubblicata all’Albo Pretorio del Comune.

Torino resiliente

Il Waste Mob sarà parte di Torino resiliente, rassegna organizzata dalla Città di Torino.
Torino resiliente è la rassegna sostenibile
per la Giornata Mondiale dell'Ambiente. Quattordici eventi ad alta sensibilità ambientale per un mese all’insegna della sostenibilità.
Torino Resiliente è un insieme di occasioni utili a conoscere azioni e strumenti che possono dare un contributo alla riduzione dell’impatto sulla natura delle attività umane.
Nel programma sono presenti anche alcune occasioni di educazione e di volontariato, che possono contribuire a diffondere e a radicare nelle persone una profonda coscienza di come ciascuno di noi con le sua azioni quotidiane può fare la sua parte.

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018

A partire dalla sottoscrizione dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable development goals – SDGs) da parte dell’Assemblea generale dell’Onu nel settembre 2015, in tutto il mondo organizzazioni internazionali, governi centrali, enti territoriali, associazioni imprenditoriali e della società civile si sono mobilitate per disegnare e realizzare politiche e strategie per raggiungere i 17 Obiettivi e i 169 Target su cui tutti i Paesi del mondo si sono impegnati. Sulla scia di questa spinta globale, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS),
con oltre 180 organizzazioni e reti della società civile, promuove la seconda edizione del Festival dello sviluppo sostenibile: una iniziativa di sensibilizzazione e di elaborazione culturale e politica diffusa su tutto il territorio nazionale. Il Festival rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) e si svolgerà nell’arco di 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno, durante i quali si terranno eventi per richiamare l’attenzione sia sui 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Scopri di più sugli obiettivi di sviluppo sostenibile


Waste Mob 2017

UniTO, PoliTO e CUS Torino hanno unito le forze per una maratona di raccolta rifiuti lungo le rive del Po, partendo dagli impianti del CUS di Corso Sicilia e arrivando al Castello del Valentino. Alcuni rappresentanti di UniToGo e Green Team hanno tifato per le squadre dai due dragon boat che hanno seguito le squadre direttamente via fiume. L’evento si è concluso con un momento formativo, curato dagli Ecomori di Torino, per imparare insieme come differenziare i rifiuti nel migliore dei modi e comprendere quali siano gli errore più comuni. L’iniziativa ha richiamato all'attenzione rispetto al lungo Po una delle aree verdi di maggiore rilievo, naturalistico e paesaggistico, per l’area torinese. Sebbene oggi stia tornando alla sua bellezza originale infatti, in seguito all'alluvione di due anni fa, vi sono stati ingenti danni causati anche dai rifiuti trascinati dall'ondata di piena.




i numeri della prima edizione

0

Partecipanti

0

Kg di rifiuti raccolti

0

Km percorsi dai partecipanti

0

Atenei coinvolti

Il littering dei rifiuti

Il littering, o abbandono dei rifiuti, è un fenomeno diffuso e con conseguenze sull'ecosistema e sull'economia. Il termine inglese littering, intraducibile in italiano se non attraverso una perifrasi, indica l’abbandono – deliberato o involontario – di rifiuti di piccole dimensioni in spazi pubblici o aperti all’utilizzo pubblico come strade, piazze, parchi, spiagge e boschi.Il littering non è solo un fenomeno diffuso, ma le sue conseguenze iniziano a essere sempre più note e preoccupanti. Dalla scoperta della prima isola di plastica nel Pacifico (Plastic vortex), seguita poi da quella nell’oceano Atlantico, è ormai risaputo che circa l’80 per cento dei rifiuti che si trovano in mare provengono dall’entroterra, e che l’inquinamento provocato dal littering ha gravissimi impatti sull’ecosistema, sulla salute ma anche sui conti pubblici.

Per approfondimenti visita i risultati dello studio di caratterizzazione su fenomeno del littering effettuato dalla Cattedra Unesco in Sviluppo sostenibile e Gestione del Territorio

Visita il sito

Il littering

Con il termine inglese littering si intende l’abbandono – deliberato o involontario– di rifiuti di piccole dimensioni in spazi pubblici o aperti all’utilizzo pubblico.

I costi

L'abbandono di rifiuti nell'ambiente in Italia si stima generi costi diretti che vanno da 1,2 a 2,3 miliardi di euro l'anno.

Dalla terra ai mari

L'80% dei rifiuti ritrovati in mare provengono dal dilavamento delle terre dell'entroterra.

Un esempio

Nel 2016 su tutta l'area della Città Metropolitana di Torino sono stati raccolti più di 13 mila tonnellate di rifiuti da spazzamento stradale.

Contatti

Per qualsiasi informazione scrivere a info@letscleanuptorino.it